Gli “interessi” su Facebook: sono utili o no ad intercettare i clienti?

Gli “interessi” su Facebook: sono utili o no ad intercettare i clienti?

Tanto per “cambiare” 😉 oggi vorrei parlare un po’ di Facebook. Uso quotidianamente questo Social per aiutare le aziende a promuoversi e con gli anni ho imparato a conoscerlo a fondo e a sfruttarne al meglio le potenzialità. Ho tenuto diversi incontri a riguardo in cui ho cercato di addentrarmi nei meandri di questo mondo per renderlo meno oscuro agli imprenditori ed oggi vorrei parlarvi di un aspetto che incuriosisce molti ovvero i criteri che ci possono aiutare ad individuare il target di clienti a cui proporre le inserzioni sponsorizzate su Facebook.  Indubbiamente proporre il nostro prodotto a clienti profilati ci permette di sfruttare al meglio le risorse che abbiamo investito, ma come facciamo ad individuare questi papabili clienti utilizzando Facebook? Vedremo che nel processo di intercettazione dei clienti ad esempio può risultare molto utile l’uso degli “interessi”…

Marketing Facebook Interessi Utenti

Che cosa sono questi “interessi”?  Facebook attraverso i dati inseriti dalle persone, le loro attività e le pagine che piacciono loro permette di ricostruire un identikit della persona che abbiamo di fronte, prestando particolare attenzione (ad esempio) al suo lavoro, abitudini, ai suoi hobby ed ai suoi interessi. Questi dati che ci vengono forniti possono essere molto utili nell’individuazione di un target che sia potenzialmente propenso ad acquistare ciò che proponiamo ovvero i cui interessi coincidano con quello che noi possiamo offrire loro.

Social Media Marketing Facebook News-FeedQuesto criterio funziona molto bene e può aiutarci molto nell’individuare una fetta di mercato da selezionare per le nostre proposte, però non è sempre utile. Mi spiego meglio: che cosa si tende a pubblicare e a scrivere su Facebook? Si parla di hobby, di passioni, di desideri… Io stesso pubblico molto spesso post dedicati alla mia amata Topolino, ai raduni e a tutto ciò che concerne il mondo delle auto d’epoca. Seguo molte pagine dedicate all’argomento e questo mostra chiaramente l’affetto che provo per queste auto che per me sono pezzi di storia e di vita. Lo stesso vale per chi è appassionato di viaggi: tutte le pagine che trattano di viaggi, voli, prenotazione degli hotel al miglior prezzo non potranno che essere di suo interesse. Facebook capisce benissimo cosa ci piace e infatti tende a proporci sempre pagine e inserzioni in linea con quello che abbiamo dimostrato di amare: le famose pagine sponsorizzate o meno che ci compaiono fra un post e l’altro e che sono molto spesso specchio dei nostri interessi, come ormai avrete capito.  Il problema è che non tutte le volte è così facile dedurre da quello che ci piace se siamo potenzialmente interessati a uno specifico prodotto.

Se metto mi piace a molte pagine dedicate alle auto, ai viaggi o alla cucina e dalle mie condivisioni e informazioni emerge una radicata propensione verso queste cose è evidente che posso essere il potenziale cliente ideale rispettivamente per chi restaura auto d’epoca, per chi gestisce siti di viaggi e hotel e per chi vende prodotti e corsi di cucina. Chiaramente l’imprenditore che opera in questi settori è avvantaggiato dall’utilizzo di questo strumento fornito dai Social perché queste informazioni lo aiutano a rivolgersi in modo mirato al suo target di clienti.

, dal momento che su Facebook è molto più difficile dedurre dagli “interessi” che alle persone potrebbero servire queste cose? Infatti, come è evidente che colui che ha dimostrato interesse per pagine dedicate agli animali domestici sia potenzialmente più propenso ad acquistare crocchette e cibi per animali in genere è di gran lunga più difficile che qualcuno palesi in maniera evidente sui Social il suo interesse per le ristrutturazioni e tramite questo criterio non riusciremmo ad avere molto successo. Non possiamo neanche restringere il campo della sponsorizzazione solo agli amici dei fan della nostra Pagina Facebook perché potrebbero abitare molto lontano (e quindi non volere o non potere rivolgersi a noi) o non aver bisogno di lavori in casa o mobili nuovi.

Facebook Marketing pubblico personalizzato

Che cosa fare in questi casi? Se non possiamo selezionare la nostra potenziale clientela facendoci guidare dalle sue passioni abbiamo altri modi per delineare il nostro target e sfruttare al meglio il tempo ed il denaro investiti nel Marketing. Possiamo infatti usare altri criteri per raggiungere una clientela mirata: dati demografici e posizione geografica. Luogo di abitazione, età delle persone a cui vogliamo proporre l’annuncio e situazione sentimentale possono essere molto utili in questi casi. Chi potrà essere più interessato a ristrutturazione e mobili di chi è appena andato a convivere o si è appena sposato, ad esempio? Questo ci permette di settorializzare e restringere il campo individuando un gruppo altamente profilato e in linea con le nostre proposte commerciali. Rivolgendo le nostre inserzioni ad un pubblico fra i 25 e i 55 anni, residente nel territorio in cui operiamo e con progetti di convivenza o matrimonio indubbiamente saliranno le nostre probabilità di vendita. E così per tante altre attività: le opzioni di targetizzazione che Facebook ci fornisce sono molte e bisogna saper scegliere quella che fa al caso della nostra impresa. Ovviamente si tratta di un semplice esempio “abbozzato”; la targetizzazione del profilo cliente è un processo molto  importante e delicato che richiede una profonda conoscenza del Vostro target di riferimento; quindi nuovamente dovrete essere VOI a “rimboccarvi le maniche” !!

pubblico in target su facebookIl trucco è dunque questo: dove non ci possono aiutare gli “interessi”, molto importanti ma non sempre sufficienti ad indicarci la rotta, occorre ricorrere ad altre opzioni per definire un bacino di utenti pronti a lasciarsi conquistare dal nostro prodotto. Nei prossimi articoli vedremo le integrazioni necessarie a raggiungere questo scopo… parleremo di pixel facebook, funzione del “pubblico simile” e tante altre interessanti azioni e consigli per andare a “bussare alla porta” del nostro potenziale cliente 😉 

Ora non vi resta che pensare a quale sia il cammino migliore da intraprendere per voi…Non esitate a contattarmi per una consulenza professionale per le vostre campagne su Facebook!

Ah…..Dimenticavo 😉  Ovviamente sottolineo che il Social Media Marketing, Facebook Marketing, Facebook ADS sono bellissimi STRUMENTI da utilizzare solo se fanno parte di in un progetto di Web Marketing più strutturato che considera anche l’intercettazione del nostro cliente durante la sua fase di acquisto.. Ne ho parlato un pò meglio in quest’ articolo “Facebook o Google ?… Domanda latente e manifesta un piccolo vademecum” dove spiegavo l’utilità di Facebook nell’ intercettazione della Domanda Latente... ti consiglio di leggerlo subito !!

Domande ? Dubbi? Consigli? Scrivimi o commenta qui sotto .. io e il mio team saremo lieti di risponderti !!

Gli “interessi” su Facebook: sono utili o no ad intercettare i clienti? ultima modifica: 2017-06-25T20:40:48+00:00 da Roberto Leo

Commenti

commenti


Roberto Leo

Mi chiamo Roberto Leo, Torinese del 1976 . Consulente Web Marketing appassionato di Marketing e Tecnologie Web con l’obiettivo di aiutarti a rafforzare la tua presenza online ;-) Professionalità, Entusiasmo e tanta, tanta Passione !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi
Se stai cercando una soluzione vincente per il TUO business non perdere altro tempo !Contattami ORA !