Perché digitarlo quando basta chiederlo? Ottimizza il tuo sito anche per le ricerche vocali

Perché digitarlo quando basta chiederlo? Ottimizza il tuo sito anche per le ricerche vocali

La voice search, ovvero la ricerca vocale, sta riscuotendo sempre più successo.
Molte interrogazioni ai motori di ricerca infatti avvengono ormai utilizzando la voce, senza più digitare quello che si desidera sapere, ma semplicemente chiedendolo.

Il motivo per cui questa tipologia di ricerca è sempre più amata e diffusa del resto non è difficile da intuire. Quante volte infatti, nella fretta e con le mani impegnate, hai preferito affidarti alla voce, magari per cercare un indirizzo da raggiungere o un tutorial per fare qualcosa?

I vantaggi della vocal search sono evidenti: basta tenere premuto il pulsante centrale del proprio telefono, dire qualche parola e subito si viene indirizzati verso ciò che si desidera.

Grazie al riconoscimento vocale verrà fornita alle persone una risposta in linea con le loro richieste, risposta che arriverà anch’essa in modo vocale.

Infatti, altro aspetto molto importante da tenere in considerazione è che la ricerca vocale è anche molto affidabile e precisa e pertanto la sua crescita è destinata ad essere esponenziale.

Come cambierà il modo di interfacciarsi con la rete e con i Brand?

Siri, Google Home, Alexa e Cortana stanno diventando parte integrante delle nostre vite. Ormai accendiamo la luce o cerchiamo una ricetta con un semplice comando vocale e presto svolgeremo un numero ancora superiore delle nostre attività quotidiane semplicemente con l’uso della voce.

Il cambiamento è ormai in atto ed è inarrestabile: per questo bisogna adattarsi alle nuove modalità di fruizione dell’informazione.

Questa trasformazione nel modo di interagire con la rete sicuramente pone alcuni interrogativi. Come predisporsi per essere pronti di fronte a un 50% delle ricerche effettuate utilizzando la vocal search?

Dietro una risposta vocale alla nostra richiesta c’è un grande lavoro di interpretazione dell’intento di ricerca e di conseguente ricerca dell’elemento che meglio risponde alla richiesta appena fatta.

assistente vocale sito webMentre le ricerche digitate sono più sintetiche, quelle vocali tendono ad essere più conversazionali e includere anche stopwords.

Quando si digita, del resto, si tendono a digitare solo le parole chiave mentre quando si parla si tende a fare una domanda di senso compiuto e così quella che sarebbe stata “ricetta pizza” diventa “come si fa la pizza”.

Nelle ricerche vocali tendiamo infatti a porre domande più articolate, proprio come se stessimo conversando.

Come dobbiamo comportarci dunque per posizionarci in SERP anche per questo tipo di ricerche? Non devi preoccuparti troppo in merito, se il sito è stato ottimizzato bene per la SEO si posizionerà anche per le ricerche vocali con qualche accorgimento.

Dunque se tu o i professionisti a cui hai affidato il tuo sito avete lavorato bene da questo punto di vista i risultati in termini di posizionamento saranno buoni anche per le ricerche vocali.

Il tuo sito è pronto per posizionarsi anche per le ricerche vocali?

Non dimenticare che “Content is the king”: se i tuoi contenuti sono di valore e pensati per rispondere alle domande degli utenti non faranno fatica a posizionarsi.

Sicuramente le parole chiavi cercate con la ricerca vocale, come scritto sopra, sono spesso longtail, ovvero parole di lunga taglia quindi più articolate e di nicchia, e sono più simili a un discorso ma l’algoritmo di Google ormai è diventato così sofisticato da comprendere anche il contesto, non solo più i sinonimi.

Se i contenuti del tuo sito sono stati pensati per rispondere concretamente alle domande delle persone e sono stati ottimizzati correttamente in ottica SEO questo cambiamento nel modo di fare ricerche su Google non ti penalizzerà.

Se invece temi che non sia stato fatto tutto correttamente, allora il mio consiglio è quello di affidarti a un consulente SEO in grado di darti le risposte che cerchi e di ottimizzare al meglio il tuo sito. Qualora avessi bisogno di qualche consiglio in merito sarò ben lieto di aiutarti. Nel frattempo però ti lascio alla lettura del mio articolo dedicato alla scelta del consulente SEO giusto.

Ottimizzare il tuo sito anche per le ricerche vocali: qualche consiglio

Ci sono comunque degli accorgimenti che possiamo adottare per ottimizzare il sito anche per le ricerche vocali.

Di che cosa hanno bisogno le persone quando fanno una ricerca vocale? Posso, ho bisogno, come fare… ecco le parole con cui spesso iniziano le ricerche vocali fatte da mobile.

assistente vocale sito web

Azioni pratiche e concrete: le persone che fanno ricerche da mobile hanno bisogno di comprendere in modo semplice e veloce se possono fare qualcosa e come farlo.
I tuoi contenuti rispondono efficacemente a questo bisogno?

Contenuto di valore e pagine veloci a caricarsi, mobile friendly: ecco alcuni requisiti chiave per scalare la SERP anche quando si parla di ricerche vocali. I contenuti devono essere ricchi ed esaustivi, per rispondere al maggior numero possibile di domande delle persone, seppur esposti in modo semplice e conciso per essere facilmente scansionati dallo spider.

 

I dati strutturati sono un altro elemento molto importante: compilarli bene consentirà a Google di trovare tutte le informazioni di cui necessita per categorizzare al meglio la tua attività e posizionarla per gli intenti di ricerca ad essa correlati.

Che tu abbia un blog di ricette o un’attività locale, compilare al meglio questi campi ti potrebbe consentire di raggiungere la posizione zero, la posizione delle posizioni insomma, fondamentale per la ricerca vocale. Ti potrebbe aiutare a raggiungere la posizione zero anche individuare una ricerca frequente delle persone e rispondervi in modo efficace e conciso.

Puoi seguire le linee guida di schema.org per inserire i dati strutturati. Dedica poi particolare attenzione alla proprietà “speakable”, che serve a contrassegnare le parti di testo che si prestano meglio ad essere lette ad alta voce dai dispositivi come Alexa.

Altro elemento importantissimo da curare è la Scheda Google My Business: avere una scheda ben ottimizzata ti farà comparire per tutte quelle ricerche che prevedono il trovare un’attività in un certo luogo.

Quante volte hai cercato il ristorante di pesce più vicino o la farmacia nei dintorni aperta in quel momento? Avere una Scheda su Google My Business aggiornata e ben strutturata è fondamentale in questi casi.

Prevedi poi una pagina FAQ in cui rispondere a tutte le domande delle persone. Che cosa potrebbero voler sapere le persone sul tuo prodotto o servizio? Spiegalo loro in modo chiaro, semplice e conciso.

Insomma, in un mondo che corre sempre più veloce e che necessita di risposte precise e immediate la voice search sta assumendo, e continuerà ad assumere, sempre maggiore importanza. Il tuo sito supererà la prova?

Se hai bisogno di aiuto in merito sono qui per consigliarti e aiutarti a trovare la soluzione più adatta per le tue esigenze. Nel dubbio puoi chiedere ad Alexa o a Google quale è il miglior consulente di Web Marketing di Torino… sono poi curioso di sapere come ti risponderà😉

Ti è piaciuto l’articolo? Commentalo, condividilo sui tuoi canali social e ricorda di iscriverti con la tua migliore email se vuoi rimanere sempre aggiornato (Tranquillo ODIO lo spam e gli spammer).

‍A presto

Roberto

Perché digitarlo quando basta chiederlo? Ottimizza il tuo sito anche per le ricerche vocali ultima modifica: 2021-08-27T12:55:13+00:00 da Roberto Leo

Commenti

commenti

Share

Roberto Leo

Mi chiamo Roberto Leo, Torinese del 1976 . Consulente Web Marketing appassionato di Marketing e Tecnologie Web con l’obiettivo di aiutarti a rafforzare la tua presenza online ;-) Professionalità, Entusiasmo e tanta, tanta Passione !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *