Ebola Lampedusa : Bufala su Facebook

Ebola Lampedusa : Bufala su Facebook

Cosa succede quando si posta una notizia falsa su Facebook ?

Ebola Lampedusa : Bufala su Facebook

 

Ebola Lampedusa

(Ho volutamente censurato le due immagini perché le trovavo davvero “fastidiose” )

Forse qualcuno di Voi si ricorda questa foto e magari ha fatto una delle circa 26 mila condivisioni. Fortunatamente si trattava di una bufala ! Purtroppo come conseguenza vi è stata una pioggia di disdette arrivate alle strutture alberghiere delle isole. Per questo le associazioni hanno deciso di muovere un’azione giudiziale civile e penale

Per smentirla era intervenuto anche il governo in un question time. Ma, nonostante questo, i danni sono stati ingenti. Tanto che le associazioni del territorio di Lampedusa e Linosa e in particolare la ‘Comunità di Lampedusa’, Federalberghi e il consorzio albergatori, hanno deciso di muovere un’azione giudiziale civile e penale contro chi l’aveva diffusa, dopo “l’ennesima diffusione di false notizie denigratorie e allarmistiche”. La richiesta di risarcimento contro l’autore della notizia, già identificato e denunciato dalla polizia Postale, potrebbe valere dieci milioni di euro. 

“A fronte di una popolazione che da più di un decennio si  spende in termini di accoglienza e solidarietà dinanzi al gravissimo flusso migratorio,  (commenta il presidente di Federalberghi isole Pelagie, Giovanni Damiamo Lombardo ) c’è un’identificazione degli aspetti negativi del fenomeno con l’isola di Lampedusa e Linosa. L’ennesima bufala che ha trovato  cassa di risonanza sui social network”.

Sottolineano gli enti che tutti gli allarmi su ipotetici casi in Italia si sono rivelati infondati.  Ci sono stati alcuni allarmi per possibili casi di Ebola ma si sono rivelati tutti dei falsi allarmi. “In queste ultime ore le strutture del Sistema sanitario nazionale, fa sapere il ministero della Salute, hanno gestito alcune segnalazioni di possibili casi di importazione di malattia di Ebola poi smentite dalle analisi svolte”.

Questo  lo possiamo definire un po’ come “l’altra faccia della medaglia”; i social network collegano più persone le notizie acquistano viralità e talvolta viaggiano molto velocemente anche in maniera incontrollata e non si ha nessun controllo a monte della veridicità  della notizia stessa !  ATTENZIONE quindi   che  non sempre si ha la certezza che le notizie siano vere e fondate e ci si può trovare dinnanzi ad enormi e pericolose bufale. Qualche volta, come in questo caso, possono provocare ingenti danni a molte altre persone .. mi viene in mente la canzone “Pensa …prima di sparare pensa ” di  Fabrizio Moro. In questo caso verrebbe da dire “ Pensa .. prima di postare PENSA.. !!

 

 

#felicegiornata

Ebola Lampedusa : Bufala su Facebook ultima modifica: 2014-08-10T22:59:19+00:00 da Roberto Leo

Commenti

commenti


Roberto Leo

Mi chiamo Roberto Leo, Torinese del 1976 . Consulente Web Marketing appassionato di Marketing e Tecnologie Web con l’obiettivo di aiutarti a rafforzare la tua presenza online ;-) Professionalità, Entusiasmo e tanta, tanta Passione !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi
Se stai cercando una soluzione vincente per il TUO business non perdere altro tempo !Contattami ORA !